Le eccellenze di cui andiamo fieri

 

Circondarsi di professionisti di comprovata esperienza è la migliore garanzia per un’offerta seria e onesta perché il Teatro è prezioso, va trattato con cura ed esige rispetto.
A chiunque lo si voglia rivolgere, che siano professionisti o appassionati amatori, per non tradirlo, lo si può condividere solo onestamente e con serietà.

Per questo motivo siamo molto lieti di accogliere nella nostra Associazione un professionista di grande esperienza e talento come William Medini.
William, nuovo insegnante di Artènergia, elaborerà con noi progetti rivolti ai più piccoli e ai ragazzi e metterà a disposizione la sua grandissima esperienza per seminari e stage.



Clown, regista, membro della storica dinastia circense dei Medini, inizia il suo percorso artistico nel 1960, nel circo di proprietà paterna, con un numero di acrobatica. In seguito studierà trapezio, pertica sospesa, lancio di asce e coltelli e clownerie. Dal circo passa al teatro di strada e, poi, alla regia. Conduce stage e seminari sul clown e sulle tecniche dell'arte clownesca. Studia tecniche di teatro di strada e teatro per ragazzi. regista di spettacoli per ragazzi, collabora alla realizzazione di progetti teatrali nelle scuole primarie e secondarie, scrive e mette in scena spettacoli corali per allievi e professionisti.

È proprio il suo approccio di lavoro a conferirgli lo "stile" personale che lo contraddistingue: le sue messinscene sono delle vere e proprie esperienze collettive nelle quali, attraverso un uso attento e consapevole dello spazio scenico, trasforma i corpi degli allievi in veri e propri elementi scenografici, in cui l'energia si trasmette, circola e si condivide.

I lunghi anni di insegnamento, le collaborazioni con i più prestigiosi teatri, i numerosi premi ricevuti ci rendono particolarmente onorati di averlo con noi. William elaborerà con noi progetti rivolti ai più piccoli e ai ragazzi e metterà a disposizione la sua grandissima esperienza per seminari e stage aperti a tutti i soci. 

 ----------------------------------------------- 

Giulia Bacchetta Artènergia l’ha vista nascere, con noi ha condiviso “gestazione e parto”. Prima di ogni altra cosa, Giulia è un’amica, una di quelle donne che quando ti attraversano lasciano il segno… ma questo è affare personale. Per Artènergia è una risorsa straordinaria, una professionista di grande esperienza e dotata di una sensibilità straordinaria. Con noi elabora progetti formativi rivolti ad attori professionisti e non, conduce seminari e stage e collabora con l’Associazione per la realizzazione di spettacoli.

 

Attrice dalla sensibilità e dal talento straordinari. È sulla scena teatrale milanese da 30 anni, ha lavorato con le maggiori compagnie. Nel tempo si è specializzata nei monologhi, sola sul palco. Uno su tutti: "Quasi perfetta", monologo poetico sull'anoressia, in scena da 15 anni in tutta Italia e all'estero, tradotto in più lingue. Ha, inoltre, svolto pluriennale attività di formatrice per aziende e privati.

Negli ultimi anni, partendo da una ventennale pratica dello yoga, di cui è insegnante certificata, ha sviluppato un metodo di insegnamento che raccorda il linguaggio teatrale, poetico, corporeo, con l'assoluta convinzione che ognuno possieda un corpo-voce unico e inimitabile, da scoprire e potenziare.

Negli ultimi anni, in particolare, la passione per la lettura interpretativa nella forma del "reading poetico" la spinge ad approfondire la dimensione della poesia e a portare in scena le parole dei poeti.

Giulia elabora con noi progetti volti alla formazione teatrale degli adulti, professionsiti e non, attraverso seminari e stage, oltre a collaborare per la realizzazione di spettacoli.

 ----------------------------------------------- 

Vi chiederete: cosa vi ci fa un violoncellista in una associazione teatrale? Semplice, porta bellezza. E Luca Franzetti, di bellezza, ne porta a vagonate. In linea con le ragioni e gli obiettivi che hanno portato alla nascita di Artènergia, Luca ci ha visto nascere e si è messo in cammino con noi, mettendo a disposizione la sua grande preparazione in campo musicale e la sua straordinaria sensibilità per la realizzazione di spettacoli di produzione dell’Associazione. 

Parma, classe 1969. Inizia a suonare il violoncello a 17 anni, dopo aver studiato violino, chitarra e pianoforte. Primo violoncello in orchestre italiane come la "Toscanini" di Parma, il teatro "Bellini" di Catania e l' "Orchestra stabile" di Bergamo, a 30 anni è stato primo violoncello dell'Orchestra Sinfonica di Milano "Giuseppe Verdi", con Riccardo Chailly come direttore musicale e direttore d'orchestra. Parallelamente primo violoncello per la Scottish Chamber Orchestra di Edimburgo, la Royal Philarmonic delle Fiandre di Anversa e Operanorth a Leeds.

Nel 2004 inizia a collaborare con Claudio Abbado, entrando nell'organico dell'Orchestra "Mozart" di Bologna e come membro dell'Orchestra del festival di Lucerna.

Esegue regolarmente recital solistici e si esibisce con orchestre in Italia e all'estero, con appuntamenti regolari in Giappone.

Nel 2009 è stato invitato da Abbado a insegnare a Caracas, nell'ambito del famoso "El Sistema" di José Antonio Abreu, il progetto ricolto ai bambini dei barrios venezuelani. Da lì, ha intrapreso un percorso di progetti umanitari, insegnando musica nei luoghi in cui la musica e la cultura sono realmente necessari per salvare vite umane. Così, da quattro anni va in Palestina, a Ramallah e nei territori occupati, per insegnare nei campi profughi. Per il futuro, ha intenzione di diffondere le stesse attività in Sudafrica, nelle township di Soweto e d Città del Capo, e in Sud America, in Paraguay. Luca fa parte anche del progetto "Musicians for Human Rights".

Ha inoltre deciso di accompagnarci, mettendo a disposizione la sua grande preparazione in campo musicale e la sua straordinaria sensibilità per la realizzazione di spettacoli di produzione dell’Associazione. 

 

Chi È online

Abbiamo 19 visitatori e nessun utente online